Cessione del Quinto e requisiti necessari

Pozzi neri e outlet industriali Verona
Pozzi neri e outlet industriali Verona
Giugno 30, 2021
Sostituzione delle tapparelle Roma
Sostituzione delle tapparelle Roma
Luglio 6, 2021
prestito

Una forma di prestito personale non finalizzata ideale per chi ha bisogno di ottenere liquidità in poco tempo e vuole pagare una rata proporzionata al suo reddito è: la cessione del quinto.

La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una forma di finanziamento che permette a pensionati e dipendenti di ottenere un prestito da poter ripagare a rate mensili fisse per un massimo di 10 anni.

Ma quali sono le caratteristiche e i requisiti necessari per accedere alla cessione del quinto? Scopriamolo insieme.

Cessione del quinto dello stipendio o pensione: requisiti

Per ottenere una cessione di un quinto dello stipendio oppure della pensione è necessario essere in possesso di requisiti specifici.

Nello specifico è necessario:

  • Essere dipendenti privati presso un’azienda che abbia almeno 16 dipendenti e presenti un bilancio chiaro e sia solida dal punto di vista finanziario
  • Essere dipendenti statali
  • Essere dipendenti pubblici
  • Essere pensionati, titolari di una pensione contributiva, non d’invalidità o sociale
  • Avere un’età compresa tra i 18 e gli 80 anni al massimo
  • Non avere prestiti in corso che superano già la soglia del 40% dello stipendio o della pensione netta
  • Avere un conto bancario movimentato
  • Essere assunti da almeno 12 mesi (per i dipendenti privati)

A differenza del tradizionale prestito personale, dato che la garanzia della cessione del quinto è data da parte del datore di lavoro o dal’ente pensionistico, è possibile l’accesso anche a chi ha subito un protesto oppure a chi è stato iscritto al Crif come cattivo pagatore.

Come richiedere una cessione di 1/5 dello stipendio o pensione

La richiesta della cessione di 1/5 della pensione o dello stipendio può essere effettuata presso banche e istituzioni finanziarie che presentano questo prodotto tra quelli previsti sul piano dei prestiti personali e non finalizzati all’acquisto di uno specifico servizio o bene.

Per inoltrare la richiesta di cessione di 1/5 è necessario produrre una specifica documentazione:

  • Documento d’Identità in corso di validità
  • Codice Fiscale
  • Ultimi due cedolini dello stipendio
  • Ultimi due cedolini della pensione
  • Ultima Dichiarazione dei Redditi
  • Valore del TFR accantonato (nel caso si richiedano cifre più elevate)
  • Documento di quota cedibile dello stipendio o della pensione firmata dal proprio datore di lavoro

In presenza di tutti questi documenti, la banca potrà elaborare la richiesta e procedere con l’istruttoria al fine di concedere o meno la cessione del quinto.

Quali sono le caratteristiche della cessione del quinto dello stipendio?

A differenza di un prestito tradizionale, la cessione del quinto dello stipendio o della pensione presenta delle caratteristiche peculiari.

Principalmente questo prestito prevede che la richiesta del finanziamento preveda una rata massima pari al 20% dello stipendio netto o della pensione. Questo vuol dire che il calcolo per quanto riguarda lo stipendio viene effettuato solo sul netto, quindi sono escluse le tasse, gli straordinari, gli assegni familiari e il bonus Irpef.

La durata del prestito è di 120 mesi, questo non può durare dunque più di 10 anni. Nonostante ciò, in caso di bisogno di ulteriore liquidità è possibile richiedere il rinnovo della cessione del quinto dopo aver pagato almeno il 40% del prestito iniziale, allungando di fatto i tempi per la restituzione e al contempo ottenendo nuova liquidità.

Il tasso d’interesse viene calcolato all’inizio del finanziamento e rimane fisso per tutto il periodo della restituzione del prestito.

Infine, a differenza del prestito personale che richiede il rid bancario oppure il pagamento di un bollettino postale, con la cessione del quinto la rata viene prelevata direttamente dallo stipendio oppure dal cedolino della pensione. Dunque, sarà stesso il datore di lavoro o l’ente pensionistico a inviare il pagamento alla banca con la quale si è contratto il prestito.

Contattaci