5 motivi per scegliere il lampadario giusto in casa

mobili bagno classici
3 fiere internazionali sull’arredo bagno classico
aprile 3, 2019

L’illuminazione dei diversi ambienti domestici sta acquisendo un’importanza sempre maggiore, tanto da rendere la scelta del lampadario giusto un aspetto primario, al pari della scelta dell’arredamento o dei colori delle pareti.

Un tempo, forse, una così grande attenzione verso il lampadario e, più in generale,verso l’illuminazione, non era contemplata: era sufficiente porre delle luci nelle varie stanze per renderle meno buie ma poi non si badava ad altre accortezze strategiche che oggi sono considerate molto importanti.

Il lampadario, in questa nuova concezione, diviene un oggetto funzionale ma anche estetico, che grazie ai suoi giochi di luce può valorizzare un intero locale della casa senza che nulla venga fisicamente spostato o aggiunto.
Per tutte queste ragioni è fondamentale seguire una serie di accortezze per scegliere il lampadario che sia quanto più adeguato possibile alle proprie esigenze.

Il sito https://www.ursostore.it/ offre una gamma estremamente vasta di lampadari, che possano soddisfare i gusti e le tasche di tutti. Sarà possibile trovare lampadari raffinati ed eleganti, ma anche soluzioni più semplici per chi apprezza uno stile minimalista, associando anche le lampadine più giuste per ciascun modello.
Ecco, quindi, una rassegna delle 5 ragioni per non lasciare mai al caso la scelta del lampadario.

  1.  Per evitare che il lampadario stoni con l’ambiente
    Il primo motivo per scegliere un lampadario giusto è quello di scongiurare scelte che portino ad un ambiente poco piacevole.
    È fondamentale abbinare forma, colore e dimensioni del lampadario a quelle che sono le caratteristiche strutturali della casa.
    Se, ad esempio, si considera un salone grande è bene che il lampadario sia di dimensioni proporzionate, al contrario in stanze strette quali i corridoi è importante non eccedere con la grandezza.
    Altro elemento da prendere in esame è l’altezza del soffitto; per soffitti bassi è meglio optare per soluzioni poco voluminose, come le plafoniere, al contrario laddove il soffitto sia molto alto è gradevole un lampadario che riempia lo spazio.
    Il colore ed il materiale devono, invece, essere scelti sulla base delle tonalità di pareti ed arredamento, così da generare abbinamenti cromici adeguati.
  2. per creare la giusta atmosfera
    Ogni stanza richiede un’atmosfera particolare che possa permettere di svolgere correttamente le diverse mansioni.
    La luce è senza ombra di dubbio il mezzo con cui ricreare ad hoc l’atmosfera che si desidera.
    Ad esempio in cucina è importante optare per un lampadario che garantisca una luce piena e diretta, così da illuminare bene i vari utensili.
    Stessa cosa nello studio, in cui è importante poter leggere senza sforzare eccessivamente la vista, sfruttando anche delle lampade da tavolo. In camera da letto e nella living room, invece, si prediligono dei lampadari che ricreino delle luci soffuse, che non compromettano il riposo ma che, al contrario, lo facilitino.
  3. per mettere in risalto alcuni angoli della casa
    Talvolta vi sono dei punti della casa che si rivelano nascosti e poco valorizzati, nonostante magari siano angoli che si desidera risaltareIn generale può essere utile scegliere dei lampadari on line in offerta che consentano di indirizzare la luce nei punti desiderati, così da ricreare delle alternanze tra luci ed ombre che rendono l’ambiente gradevole e particolare.
    In commercio vi sono, poi, tantissimi lampadari che sono progettati in modo tale da generare delle fantasie luminose molto gradevoli, ad esempio generando anziché una luce diretta dei veri e propri raggi luminosi.
    Anche i materiali possono influire circa il modo di trasmettere la luce: i lampadari con superfici metalliche tendono a riflettere maggiormente la luce, rispetto a quelli in vetro (specialmente opaco) che restituiscono una luce più soffusa.
  4. abbellire gli ambienti
    Come detto, il lampadario non è un oggetto volto solo ad illuminare, ma può divenire un vero e proprio complemento di arredo, in grado di arricchire le diverse stanze della casa.
    Gli appassionati del design concorderanno nel dire che un bel lampadario non passa di certo inosservato ma che, anzi, riesce ad impreziosire anche le stanze più scarne, cambiandone completamente l’aspetto.
    Un tempo si ignorava questo aspetto estetico dell’illuminazione, anzi, magari nelle case delle nonne ancora c’è qualche stanza con la lampadina appesa senza nessun lampadario fissato al soffitto; beh, basta provare ad inserirvi un lampadario per comprendere quanto cambierebbe la situazione. In fondo nelle ricche case reali una delle cose che balza subito all’occhio è il maestoso lampadario in cristallo; ovviamente in una comune casa non è necessario arrivare a tanto, ma è senz’altro una chiara dimostrazione di quanto possa impattare sulla percezione estetica di un ambiente.
  5. evitare di acquistare un lampadario non gradito
    Last but not least: il gusto personale. La scelta giusta per eccellenza non esiste, una scelta è giusta se incontra i desideri di chi la effettua, perché altrimenti si rimane sempre insoddisfatti.
    Nonostante vi siano soluzioni per tutte le tasche, l’acquisto di un lampadario è pur sempre un investimento destinato a durare nel tempo, quindi è fondamentale scegliere oculatamente un oggetto che possa piacere, che sia gradito e che non generi dispiacere alla sola vista, tenuto conto che in genere permane per lungo tempo nella propria casa.
Contattaci